gardening.eu
  
Trova piante   indice

Eriogonum giganteum

Eriogonum giganteum l'articolo mi piace

Temperature Eriogonum giganteumSole pieno
Durante i mesi invernali possiamo ricoprire la porzione di terreno vicina alle radici con foglie secche o altro materiale pacciamante; in questo modo proteggeremo la pianta dal clima rigido. L' Eriogonum giganteum si coltiva in casa o in serra riscaldata; in primavera Ŕ possibile spostarla all'aperto, ma solo se le temperature minime sono decisamente miti.Per uno sviluppo equilibrato di l' Eriogonum giganteum Ŕ consigliabile posizionarla in luogo in cui riceva almeno alcune ore di sole diretto.

Irrigazione Eriogonum giganteumTenere asciutto
Per quanto riguarda gli esemplari coltivati in vaso, ricordiamo che in genere necessitano di maggiori annaffiature, rispetto agli stessi arbusti posti in piena terra. Inoltre spesso manifestano maggiore sensibilitÓ alle temperature, molto elevate o molto basse, ed alle malattie dell'apparato radicale. Annaffiamo queste piante soltanto quando il substrato Ŕ ben asciutto in ragione di 1-2 secchi d'acqua ; in questo periodo dell'anno interveniamo ogni 2-3 settimane , o anche meno se il clima Ŕ molto piovoso.

Concime Eriogonum giganteum
Ricordiamo di concimare i nostri arbusti frequentemente; possiamo fornire il concime arricchendo il terreno con stallatico, alla fine dell'inverno; oppure possiamo fornire un concime per piante da fiore, ogni 20-25 giorni, con le annaffiature. Se gli arbusti sono grandi, o coprono un'area estesa, possiamo utilizzare un concime granulare a lenta cessione, da fornire ogni 3-4 mesi. In primavera prediligiamo concimazioni ricche in azoto e potassio, per favorire lo sviluppo di nuova vegetazione e di fiori.

Irrigazione Eriogonum giganteumTenere asciutto
Annaffiamo queste piante soltanto quando il substrato Ŕ ben asciutto in ragione di 1-2 secchi d'acqua ; in questo periodo dell'anno interveniamo ogni 2-3 settimane , o anche meno se il clima Ŕ molto piovoso. Per quanto riguarda gli esemplari coltivati in vaso, ricordiamo che in genere necessitano di maggiori annaffiature, rispetto agli stessi arbusti posti in piena terra. Inoltre spesso manifestano maggiore sensibilitÓ alle temperature, molto elevate o molto basse, ed alle malattie dell'apparato radicale.

AvversitÓ Eriogonum giganteum
Il clima primaverile, con un elevato sbalzo termico tra le ore diurne e quelle notturne, e piogge abbastanza frequenti, pu˛ favorire lo sviluppo di malattie fungine, che vanno trattate preventivamente con un fungicida sistemico, da utilizzare prima che le gemme ingrossino eccessivamente; a fine inverno si consiglia anche un trattamento insetticida ad ampio spettro, per prevenire l'attacco di afidi e cocciniglie. Ricordiamo sempre che i trattamenti vanno praticati quando nel giardino non sono presenti fioriture.

Substrato Eriogonum giganteum
Questi arbusti prediligono un terriccio soffice e profondo, molto ben drenato.

Clima
Torba
Sabbia
Terriccio
Pomice
Corteccia
S. Organica
alpino
6
0
0
1
0
1
continentale
5
0
0
2
0
1
mediterraneo
4
0
0
3
0
1

Mi piace

Coltivare Eriogonum giganteum

Visto lo sviluppo abbastanza contenuto Ŕ possibile coltivare queste piante in contenitore. Le indicazioni fornite in questo articolo sono da intendersi per una pianta di dimensioni medie.

Questa pagina Ŕ relativa al clima continentale Ŕ possibile anche selezionare un altra fascia climatica. continentale mediterraneo

Inserisci un commento su questa pianta.